Giannerini, TNI Italia: “Basta speculare sulla pelle di lavoratori e imprese. Vicini a chi sta scendendo in piazza contro il caro bollette”

Firenze, 30 settembre 2022 – “Questi aumenti sono solo speculazioni selvagge. Sarà un’ecatombe di imprese, ne chiuderanno tre su cinque”, lancia l’allarme Simone Giannerini, direttore nazionale di TNI Italia, il sindacato che tutela le imprese del settore ristorazione e ricettivo, commentando l’aumento del 59 per cento delle tariffe dell’energia elettrica per il prossimo trimestre.

“In questo momento – aggiunge Giannerini – siamo vicini a chi sta manifestando contro i rincari vertiginosi delle bollette, dagli agricoltori, che hanno protestato ieri a Milano, ai panificatori che sono scesi in piazza a Napoli. Non escludiamo, dopo il presidio fatto a Roma sotto la sede di Eni, nuove iniziative comuni con altre associazioni che si stanno mobilitando”.